Ascensione del Signore

La festa di oggi ci invita a guardare il cielo come la nostra stabile dimora – ma anche a testimoniare con sacrificio la gioia di essere uniti a Gesù.  Una ‘struggente nostalgia’ deve invadere il nostro cuore, come leggiamo nelle vite dei santi:  il pensiero del cielo deve affascinare la nostra esistenza. Là siano fissi i nostri cuori dov’è la vera gioia.  Dove là?  Nel cielo ossia in Dio che è nel nostro cuore e che un giorno ci comunicherà la sua stessa gioia, che è il paradiso.  Gesù ostia è qui con noi.  Lui è il paradiso.

Dovremmo ripetere continuamente come i santi:  ‘Paradiso, paradiso, sei il mio grande sospiro, molto più delle nozze, della laurea, di ogni promozione, di ogni ricchezza, grandezza, onorificenza …’

La felicità del paradiso è partecipare allo stesso amore di Dio che ama (Padre), che è amato (Figlio) e che è Amore (Spirito Santo).

Santa Teresa d’Avila  racconta nelle sue opere:  ‘Mentre partecipavo a Messa vidi il corpo glorioso di Gesù.  Era di una bellezza e di una maestà incomparabili.  Se in cielo ci fosse solo il godimento della bellezza dei corpi gloriosi, se ne avrebbe una beatitudine immensa.  Gesù si mostrò a me adattandosi alle mie misere condizioni terrene.  Che cosa sarà in cielo dove si gode il corpo glorioso in tutto il suo splendore?  Io parlo solo del corpo di Gesù, ma che cosa sarà l’anima e che cosa la sua divinità?’ Continua santa Teresa:  ‘Ho visto meraviglie che non so descrivere.  Erano e sono inimmaginabili: la più piccola di esse mi colmava di gioia e mi faceva vedere la vanità e la ridicolezza di tutte le cose terrene.  Un immenso gaudio mi inondava anima e corpo.  Il Signore mi disse:  Vedi, figlia mia, che cosa perde chi si fa mio nemico? Dillo a tutti perché nessuno abbia a ripetere che nessuno mai ha visto il paradiso. Avrei voluto stare sempre lassù.  Le cose della terra mi sembravano spazzatura …  Mi scomparve quella paura strana e istintiva del pensiero della morte.  E’ felicissimo di morire chi serve e ama Dio: in un attimo, e neanche un attimo, si esce da un carcere per andare alla gioia, alla vita, alla soavità, all’amore senza fine.  Là si trova la nostra casa paterna.  In terra siamo in esilio.

(The Church has always celebrated Ascension Day on the 40th day after Easter Sunday and it always falls on a Thursday. It marks the end of Rogationtide.
Ten days after Ascension Day is Pentecost which marks the coming of the Holy Spirit to the disciples in prayer with Our Lady).

15 Responses to “Ascensione del Signore”


  1. 1 Deanna May 13, 2010 at 10:20

    Gabriella, Ascension Day here in the U.S. is celebrated today in the ecclesiastical provinces of Boston, Hartford, New York, Newark, Philadelphia, and the state of Nebraska.
    In all other dioceses of the U.S., the celebration of the Feast of the Ascension is transferred to the following Sunday, May 16, as, I believe, it is all over Europe. Personally, I’m not happy with this – it underlines the fact that people can’t or don’t want to spend or dedicate one day (that is not a Sunday) for a special feast of Our Lord. But thanks to our present Holy Father, today all the Extraordinary Form Masses, all over the world, will be full of the faithful loyal to the calendar of All Times.

  2. 3 Antonella May 13, 2010 at 11:01

    Love Teresa d’Avila experience of the Glorious Body of Christ…..never knew that ! I wish priests would give us these reflections in their homily !

  3. 4 Cinzia May 13, 2010 at 11:01

    Tullio …. beautiful!

    Gabriella … grazie!

  4. 5 Antonella May 13, 2010 at 11:04

    Deanna here in South Africa it is a day of obligation with Masses offered at various times to suit the working people. I went to the 8.30am Mass at my parish….was lovely. Wish I could always start the day with Mass!

  5. 6 Davide May 13, 2010 at 13:21

    Here in the liturgical wasteland of upstate New York (also known as Rochester, NY) we are extremely fortunate to have a Latin Mass Community that offers the Extraordinary form of the Mass (bound to become the Ordinary form… in my opinion) on Sundays and holy days of obligation. And today, a ‘missa cantata’ is going to be offered in honor of the Ascension of our Lord. What an amazing abundance of opportunities does Our Mother Church give us to obtain graces from above and prepare our souls for the next life!

  6. 7 andrea May 13, 2010 at 21:42

    Il fatto che non sia stata rimandata alla domenica è cosa negativa. Le feste di Stato ad esempio non si rimandano mai proprio perchè sono feste ben precise e di notevole importanza. Allo stesso modo,le feste importanti come l’Ascensione del Signore.
    Qualcuno proprio l’altro giorno mi ha detto che in Germania i luterani(patria dei luterani) oggi avrebbero fatto festa per la ricorrenza dell’ascensione di Gesù. Io pensavo addirittura che i cattolici non ne facessero alcun riferimento. Ed infatti, non ne avevo sentito parlare da nessuno prima di entrare ovviamente qui. Questa situazione è veramente negativa perchè è una sorta di deragliamento,di fuoriuscita…frutto di quelle mentalità che vogliono “fare sconti”,semplificare e diminuire l’importanza delle cose,comprimendole fino a farle dimenticare. Parliamo si di Fatima,ma soprattutto parliamo prima dell’Ascensione di Nostro Signore Gesù Cristo. E i preti stanno sempre zitti,come nel caso della festa di Gesù Re,nel caso del Santo Volto ecc… ecc… Fra un pò,quando si parlerà dell’assunzione di Maria ci saranno i fuochi d’artificio,mentre per quanto riguarda le cose che riguardano direttamente Cristo,quasi nessuno non spreca neanche una parola. mhà…

  7. 8 andrea May 13, 2010 at 21:44

    …ho sbagliato a scrivere: volevo dire “che sia stata rimandata”…

  8. 9 Evelina May 14, 2010 at 00:35

    Hai ragione Andrea, la penso esattamente come te.
    E’ stato un grosso errore rimandare una festa così importante che è sempre stata festeggiata 40 giorni dopo Pasqua e perchè? Perchè noi miserabili non possiamo andare a Messa il giovedì? Eppure sai quanta gente conosco che si prende permessi dal lavoro per scuse di ogni genere e colore…..
    Anch’io oggi (anzi ieri perchè è già mezzanotte inoltrata) ho sentito parlare dell’Ascensione solo su questo blog.
    Per fortuna che ora ho vicino a casa la Messa Straordinaria!
    E poi ho imparato dai commenti che alcune diocesi nelli USA l’hanno festeggiato oggi, e anche in Sud Africa. Grazie a Dio!

  9. 10 Cinzia May 15, 2010 at 02:28

    Caro Andrea, sarebbe magnifico se ci fossero i fuochi d’artificio per il giorno dell’Assunzione di Maria … ma purtroppo penso proprio di no. La Madonna e’ stata dimenticata e ignorata allo stesso modo di Nostro Signore.

    Figuratevi che io, che vado a Messa quasi tutte le mattine, proprio Giovedi scorso non ci sono andata!! Non ci avevo proprio pensato che era il giorno dell’Ascenzione, perche’ nel libretto che ci danno in chiesa per le letture quotidiane, avevo letto che l’Ascenzione si celebra domenica (domani). Anch’io, come voi, ho capito tutto quando sono entrata su questo blog e ho letto il post di Gabriella e i vostri commenti.

    Ahime’ … proprio Giovedi sono mancata dalla Messa 😦

    In questo paese di pagani e di atei, non solo non se ne parla dell’Ascenzione, ma se si domanda in giro, quasi nessuno ne ha sentito nominare. Nemmeno mio figlio che frequenta la scuola Cattolica dei Gesuiti ne sapeva niente! Che tristezza ragazzi!

    I politicanti e i personaggi dei “media” pero’ si mostrano sempre preoccupati per i diritti dei mussulmani .. ne parlano sempre … alle donne dovrebbe essere permesso di portare il “burkha” … ai bambini dovrebbe essere permesso il diritto di dire le loro preghiere a scuola … ecc. ecc. ma guai a quel bambino cristiano se porta il crocifisso intorno al collo – la maestra lo invita a toglierselo oppure a ritornare a casa per non offendere le sensibilita’ degli altri.

    Non sopporto questo paese di ipocriti, di ignoranti e di pagani. Tutti i santi giorni ce da subire questi tipi di lavaggio del cervello e di obbrobri.

    Auguro una buona domenica a tutti.

  10. 11 Evelina May 15, 2010 at 09:35

    Qui in Italia ci sono già i fuochi d’artificio nel giorno dell’Assunzione (ormai noto come ferragosto)😉

    Cinzia, il fatto dei diritti dei mussulmani purtroppo non è solo nel tuo paese (se ricordo bene, l’Australia), anche qui non scherzano🙂

    Buona domenica.

    p.s.: non mi meraviglia che tuo figlio che frequenta una scuola di Gesuiti non sappia niente del Cattolicesimo!😉 Il santo fondatore di quest’ordine, una volta grandioso, si starà rigirando nella tomba!

  11. 12 Cinzia May 15, 2010 at 10:54

    Che tristezza, cara Evelina … che tristezza!

    Si, ricordi bene … purtroppo e’ l’Australia (the ultimate godforsaken country).

    Ciao. Salutami il Bel Paese.

  12. 13 andrea May 15, 2010 at 17:50

    …vabbè quella dei fuochi era solo un modo di dire,giusto per esprimere il comportamento di certi cattolici,ovviamente senza criticare nessuno,ma solo per una constatazione di fatto. Sapete cosa ho sentito dire in questi giorni da alcuni cattolici? …domenica è il giorno del Signore è quindi è meglio posticipare alla domenica così si fa due in uno. Io non sono d’accordo per nulla! Si festeggia il giorno dell’ascensione e poi la domenica la si festeggia per quel che è. E’ successo con l’ascensione,Gesù Re ecc… Il motto di alcuni cattolici è che prima viene padre pio,le rose di santa rita ecc… ecc… e poi e poi e poi… il Cristo. Questo significa che la gente o va in chiesa per chiedere solo grazie al santo di turno o per pura religiosità,dimennticando la vera essenza del vangelo,della Chiesa Cattolica,la “SALITA AL REGNO DEI CIELI”,la “VITA ETERNA”,”LA VERA VITA” in Gesù Cristo che per primo è salito e attraverso il quale possiamo andare anche noi. “Dove vado io,voi ancora non potete venire,dice Gesù,ma quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo e vi prenderò con Me. La missione di Gesù è quella di darci l’eternità e stabilire quella riconciliazione con il Padre,affinchè l’uomo possa entrare nel Regno,la nostra stabile dimora…come è scritto sopra nell’articolo di gabriella.

  13. 14 Cinzia May 16, 2010 at 06:17

    Hai ragione Andrea … ben detto!! (Come sempre) 🙂

  14. 15 Johannes May 19, 2010 at 05:48

    L’ Ascensione nei Cieli in corpo, mente, Anima e Spirito dei FIGLI DI DIO, avverrà ad opera di JESUS CRISTUS, che si avvarrà della schiera dei suoi Angeli e preserverà dall’annientamento L’UMANITA’ IN DIO.

    Dopo l’avvenuta purificazione e rigenerazione Umana nella Jèrusalem Celeste nei Cieli, si potrà, una volta rigenerata e purificata anche la Terra, inserire tramite la discensione la nuova Umanità in DIO in una nuova Terra e in un nuovo Cielo, il tutto sempre ad opera di GESU’ CRISTO NOSTRO SIGNORE.

    Johannes


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




Traduci / Translate

My Patron Saint

Archangel Gabriel

God's Messenger



Another beautiful day! Praise the Lord.

May 2010
M T W T F S S
« Apr   Jan »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

THE LATIN MASS


The most beautiful thing this side of heaven!




FALANGI, TRUPPE, DIVISIONI CORAZZATE. ECCO CHE AVANZA IL NUOVO CATTOLICO: INNAMORATO DI GESU', INTRANSIGENTE, MOVIMENTISTA, IL CROCIATO DEI VALORI, IL SOLDATO DI CRISTO, UN CUORE TRADIZIONALISTA, AMANTE DELLA MESSA DI TUTTI I TEMPI ...



e-campagna: Io sto con il Papa

IL CANTO DEL PARADISO


Dopo due millenni di studi, di ricerche e di esplorazioni scientifiche, la genesi del canto gregoriano resta un mistero irrisolto


RELIGIOUS LIBERTY MIGHT BE SUPPOSED TO MEAN THAT EVERYBODY IS FREE TO DISCUSS RELIGION. IN PRACTICE IT MEANS THAT HARDLY ANYBODY IS ALLOWED TO MENTION IT.



PRAY THE ROSARY


The story of our salvation!







Blog Stats

  • 142,473 hits

Clipart

Recent Comments

Lost Bear on O Causa Nostrae Laetitiae
Margaret Rose Bradle… on O Causa Nostrae Laetitiae
Deana Dodds on O Causa Nostrae Laetitiae
Margaret Rose Bradle… on O Causa Nostrae Laetitiae
Judith Golden on O Causa Nostrae Laetitiae

Visitor locations – first year

Visitor locations – current year



IN HOC SIGNO VINCES




INDIFFERENTISM is a mortal sin; a condemned heresy. That's the Catholic view of the matter. INDIFFERENTISM paves the way to MORAL RELATIVISM. I have been accused of the opposite of ‘Indifferentism’, which is defined as ‘Rigorism’, and the charge is not without some merit. I believe in a rigorous following of Church doctrine and in strict accuracy in proper Catholic catechesis, and I openly attack watered-down Catholic doctrine and catechesis whenever and wherever I encounter it. Many friends scold me saying that for me it’s either my way or the highway. But here’s the thing … it’s not my way; I didn’t make up all (or any of) the rules of Catholicism. I’ve been told “you’re too rigid in your doctrine,” as if it were my doctrine. When it comes to Catholic catechesis, there is only one Church teaching, and it is represented in the Catechism of the Catholic Church. I’m prepared to defend any item in it, against any opponent. I draw the line at ‘indifferentism’ and ‘moral relativism’. All belief systems are not the same. The ones who push it the most are the ones who seek to replace it with something less. Again, indifferentism paves the way to moral decay. Don’t let it seep into your thinking. May you please God, and may you live forever.

“Oremus pro beatissimo Papa nostro Benedicto XVI: Dominus conservet eum, et vivificet eum, et beatum faciat eum in terra, et non tradat eum in animam inimicorum eius.”



Powered by WebRing®.
This site is a member of WebRing.
To browse visit Here.
Catholic Blogs Page




Italian Bloggers
Religion Blogs


Don't consider abortion ...


... give a child the chance to tell you how much life is appreciated



WARNING!!! This blog is heretic repellent ...


MODERN CATHOLICS SEE THE CHURCH AS AN ‘OLD-FASHIONED’ DISCRIMINATORY INSTITUTION OF WHICH THEY ARE ASHAMED – A TRADITIONAL CATHOLIC WILL DIE TO DEFEND IT.

MODERN CATHOLICS WOULD JUST AS SOON LEAVE THE CHURCH FOR A TRENDY ALTERNATIVE IF THEY DON’T GET THEIR WAY – A TRADITIONAL CATHOLIC WILL REMAIN UNTIL THE END OF TIME.


THE CHURCH MILITANT NOW, MORE THAN EVER, NEEDS STRONG WARRIORS.




The Catholic Church doesn’t need progressives, Nor does it need Reactionary Conservatives - It badly needs Catholic Traditionalists that practice faith, hope and charity. So don’t be shy! Come forward.

“When Christ at a symbolic moment was establishing His great society, He chose for its corner-stone neither the brilliant Paul nor the mystic John, but a shuffler, a snob, a coward - in a word, a man. And upon this rock He has built His Church, and the gates of Hell have not prevailed and will not prevail against it. All the empires and the kingdoms have failed because of this inherent and continual weakness, that they were founded by strong men and upon strong men. But this one thing - the historic Catholic Church - was founded upon a weak man, and for that reason it is indestructible. For no chain is stronger than its weakest link.”
(G.K. Chesterton)



Anno Sacerdotale

Pope Benedict XVI has declared a “Year for Priests” beginning with the Solemnity of the Sacred Heart of Jesus on June 19, 2009. The year will conclude in Rome with an international gathering of priests with the Holy Father on June 19, 2010.
******

Quest'anno sia anche un'occasione per un periodo di intenso approfondimento dell'identità sacerdotale, della teologia del sacerdozio cattolico e del senso straordinario della vocazione e della missione dei sacerdoti nella Chiesa e nella società.
******

Let your light so shine before men that, seeing your good works, they may glorify your Father in Heaven. (Matthew 5:16)
******

In Domino laudabitur anima mea.





"That sense of the sacred dogmas is to be faithfully kept which Holy Mother Church has once declared, and is not to be departed from under the specious pretext of a more profound understanding."- Pope Leo XIII, Testem Benevolentiae

Nessuno di noi entrerà in Paradiso senza portare con sé un fratello o una sorella. Ciascuno di noi deve uscire dalla folla e reggersi sulle proprie gambe, fiero di essere un Cattolico e capace di testimoniare la sua Fede.
Ci stiamo comportando come se la Fede Cattolica fosse un affare privato. Questo non è affatto vero. Penso che potremo andare molto, molto lontano, se riusciremo a convincere tutti i Cattolici a farsi carico della salvezza del mondo intero.
Il mondo ha bisogno di essere salvato e deve essere ciascuno di noi a farlo.




Cantate …


Cantate Domino canticum novum. Cantate Domino omnis terra. Cantate Domino et benedicite nomini Ejus. Annuntiate de die in diem salutare Ejus.

Causa nostrae laetitiae




“We can believe what we choose. We are answerable for what we choose to believe”.
(John Henry Newman)



Pueris manus imponit

Iesus vero ait eis - Sinite parvulos, et nolite eos prohibere ad me venire - talium est enim regnum caelorum.




“There is another essential aspect of Christianity: the interior, the silent, the contemplative, in which hidden wisdom is more important than practical organizational science, and in which love replaces the will to get visible results”.
(Thomas Merton)



Lo Spirito Santo


Uno dei Suoi nomi è "Consolatore"!




Confession

Confession heals, confession justifies, confession grants pardon of sin. All hope consists in confession. In confession there is a chance for mercy. Believe it firmly. Do not doubt, do not hesitate, never despair of the mercy of God. Hope and have confidence in confession.




“Almeno sei volte durante gli ultimi anni mi sono trovato nella situazione di convertirmi senza esitazione al cattolicesimo, se non mi avesse trattenuto dal compiere il gesto azzardato l'averlo già fatto”.
(G.K. Chesterton)



"Whatsoever I have or hold, You have given me; I give it all back to You and surrender it wholly to be governed by your will. Give me only your love and your grace, and I am rich enough and ask for nothing more."

(St. Ignatius of Loyola - Spiritual Exercises, #234)



"Mia madre è stata veramente una martire; non a tutti Gesù concede di percorrere una strada così facile, per arrivare ai suoi grandi doni, come ha concesso a mio fratello e a me, dandoci una madre che si uccise con la fatica e le preoccupazioni per assicurarsi che noi crescessimo nella fede".
J.R.R. Tolkien scrisse queste parole nove anni dopo la morte di sua madre.






Be on your guard; stand firm in the faith; be men of courage; be strong. (1 Corinthians 16:13)




“Beati sarete voi quando vi oltraggeranno e perseguiteranno, e falsamente diranno di voi ogni male per cagion mia. Rallegratevi ed esultate perché grande è la vostra ricompensa nei cieli”.