Non ti dimenticherò mai

Dio è Padre. In queste tre parole è contenuta tutta la grandezza della divina misericordia. Per essere più precisi: Dio non è solo un padre, ma un padre e una madre allo stesso tempo.

L’amore paterno è quello che si destina a chi non esiste ancora, desiderando ardentemente di dargli la vita. E’ l’amore che avvolge il bambino con la sua forza, dopo averlo generato – l’amore che veglia in tutti gli istanti del giorno e della notte, previene tutti i pericoli, appoggia tutti i piccoli passi di questo essere fragile che tenta di camminare, lo dirige, lo sostiene, si fa piccolo con questo piccolo, in attesa del momento di farsi eroico e di immolarsi, se necessario – l’amore che a volte punisce, molto più spesso perdona, e non punisce se non per far meritare il perdono – l’amore che ama fino all’ultimo e che, disprezzato, insultato, maledetto, accompagna, nonostante tutto, fino all’estremo e con uno sguardo di tenero affetto, il figlio cattivo e colpevole – l’amore, infine, ultimo tocco che conclude il quadro, che dimentica il proprio onore di padre oltraggiato, i propri diritti profanati con la più nera ingratitudine, con la più indegna condotta, per correre, lui, l’offeso, verso l’offensore, se vede da lontano il figliol prodigo che torna da lui pentito.

Ecco l’amore paterno, tale quale la natura lo concede ai veri cuori di padre su questa terra.

Ma Dio ha la sua maniera di essere padre e madre nel contempo, che eccede infinitamente tutto questo. Nemo tam pater, tam mater nemo: nessuno è padre, nessuno è madre come Lui. Egli stesso ci dice, per mezzo della più brillante voce dei profeti dell’Antico Testamento, Isaia: ‘Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai’ (Is 49:15).

5 Responses to “Non ti dimenticherò mai”


  1. 1 Karinann May 9, 2010 at 20:24

    Gabriella,
    What a beautiful portrait of God. Thank you for this.
    God Bless!

  2. 2 Antonella May 10, 2010 at 12:00

    Gabriella I love this phrase :I will never forget you, I have carved you in the palm of my hands.

    So beautiful and comforting.

  3. 3 Piergiorgio May 10, 2010 at 13:03

    Pensa a quanta misericordia usa Dio in chiamare il peccatore a penitenza. Quando Adamo si ribellò al Signore, e poi si nascondeva, ecco Dio che avendo perduto Adamo, lo va cercando e quasi piangendo lo chiama: “Adam, ubi es?” (Gen 3,9). “Sunt verba Patris quaerentis filium suum perditum”. Lo stesso ha fatto Dio tante volte con noi. Tu fuggivi da Dio, e Dio t’andava chiamando, ora con ispirazioni, ora con rimorsi di coscienza, ora con prediche, ora con tribolazioni, ora con qualcosa che ti capita di leggere, ora colla morte de’ tuoi amici. Pare che dica Gesù Cristo, parlando di te: “Laboravi clamans, raucae factae sunt fauces meae” (Ps 68,4): Figlio, quasi ho perduta la voce nel chiamarti! Avvertite, o peccatori, dice S. Teresa, che vi sta chiamando quel Signore, che un giorno vi ha da giudicare!

    Poche righe ma intense, grazie Gabriella.

  4. 4 Victor S E MOUBARAK May 10, 2010 at 16:16

    Do not be afraid, for I have redeemed you.
    I have called you by your name; you are mine.

    Isaiah 43:1-5.

  5. 5 andrea May 10, 2010 at 21:40

    La misericordia è la cosa più importante. E vale più d’ogni sacrificio e di tutte le penitenze messe insieme,ed anzi,confronto ad essa,non sono niente “misericordia voglio,non sacrificio”. A volte,o quasi sempre essere misericordiosi è una difficoltà enorme. Molte persone,anche cristiani,non accettando questa difficoltà,cercano di evitarne, per così dire, una gran percentuale(di misericordia),dichiarandolo buonismo. E una volta classificato il “buonismo” come “cosa negativa”,evitano il tutto. Infatti,negli ultimi tempi,si è diffuso un malvezzo,quello di criticare il buonismo. Lo fanno i politici e lo fanno tanti. Ma giustamente,come diceva qualche giorno fà un vescovo intervistato da Maurizio Costanzo in “BontàSua”,come dobbiamo essere allora,se non buonisti? Dobbiamo essere cattivisti? Allo stesso modo gli attacchi contro la filantropia. Se non siamo amici degli uomini,dobbiamo essere nemici degli uomini. Se non si è per l’uomo,si è contro l’uomo,se non si è buoni si è cattivi. Dio non si dimentica mai di noi. Noi invece siamo pronti a scacciare anche il vicino e ad impedirgli le cure mediche solo perchè “clandestino”. Se Dio ci trattasse come noi trattiamo gli altri,allora in paradiso non potremmo entrare perchè saremmo tutti clandestini. Quando non avevo incontrato ancora Gesù,la filantropia e il buonismo,anche quello ateo,mi davano un gran fastidio. Da quando penso di essere cambiato un pochino,perchè sento spesso criticare dai cattolici la filantropia e il buonismo? Non dovrei dire altolà? E questo succede molto spesso e mi fa rimenere perplesso,quasi una tentazione a ritornare “uomo vecchio”,ma con un pò di fortezza e coscienza cerco di resistervi. La filantropia,il buonismo(fondato sulle virtù cardinali) e il pacifismo sono sempre buoni.
    pace


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




Traduci / Translate

My Patron Saint

Archangel Gabriel

God's Messenger



Another beautiful day! Praise the Lord.

May 2010
M T W T F S S
« Apr   Jan »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

THE LATIN MASS


The most beautiful thing this side of heaven!




FALANGI, TRUPPE, DIVISIONI CORAZZATE. ECCO CHE AVANZA IL NUOVO CATTOLICO: INNAMORATO DI GESU', INTRANSIGENTE, MOVIMENTISTA, IL CROCIATO DEI VALORI, IL SOLDATO DI CRISTO, UN CUORE TRADIZIONALISTA, AMANTE DELLA MESSA DI TUTTI I TEMPI ...



e-campagna: Io sto con il Papa

IL CANTO DEL PARADISO


Dopo due millenni di studi, di ricerche e di esplorazioni scientifiche, la genesi del canto gregoriano resta un mistero irrisolto


RELIGIOUS LIBERTY MIGHT BE SUPPOSED TO MEAN THAT EVERYBODY IS FREE TO DISCUSS RELIGION. IN PRACTICE IT MEANS THAT HARDLY ANYBODY IS ALLOWED TO MENTION IT.



PRAY THE ROSARY


The story of our salvation!







Blog Stats

  • 142,405 hits

Clipart

Recent Comments

Lost Bear on O Causa Nostrae Laetitiae
Margaret Rose Bradle… on O Causa Nostrae Laetitiae
Deana Dodds on O Causa Nostrae Laetitiae
Margaret Rose Bradle… on O Causa Nostrae Laetitiae
Judith Golden on O Causa Nostrae Laetitiae

Visitor locations – first year

Visitor locations – current year



IN HOC SIGNO VINCES




INDIFFERENTISM is a mortal sin; a condemned heresy. That's the Catholic view of the matter. INDIFFERENTISM paves the way to MORAL RELATIVISM. I have been accused of the opposite of ‘Indifferentism’, which is defined as ‘Rigorism’, and the charge is not without some merit. I believe in a rigorous following of Church doctrine and in strict accuracy in proper Catholic catechesis, and I openly attack watered-down Catholic doctrine and catechesis whenever and wherever I encounter it. Many friends scold me saying that for me it’s either my way or the highway. But here’s the thing … it’s not my way; I didn’t make up all (or any of) the rules of Catholicism. I’ve been told “you’re too rigid in your doctrine,” as if it were my doctrine. When it comes to Catholic catechesis, there is only one Church teaching, and it is represented in the Catechism of the Catholic Church. I’m prepared to defend any item in it, against any opponent. I draw the line at ‘indifferentism’ and ‘moral relativism’. All belief systems are not the same. The ones who push it the most are the ones who seek to replace it with something less. Again, indifferentism paves the way to moral decay. Don’t let it seep into your thinking. May you please God, and may you live forever.

“Oremus pro beatissimo Papa nostro Benedicto XVI: Dominus conservet eum, et vivificet eum, et beatum faciat eum in terra, et non tradat eum in animam inimicorum eius.”



Powered by WebRing®.
This site is a member of WebRing.
To browse visit Here.
Catholic Blogs Page




Italian Bloggers
Religion Blogs


Don't consider abortion ...


... give a child the chance to tell you how much life is appreciated



WARNING!!! This blog is heretic repellent ...


MODERN CATHOLICS SEE THE CHURCH AS AN ‘OLD-FASHIONED’ DISCRIMINATORY INSTITUTION OF WHICH THEY ARE ASHAMED – A TRADITIONAL CATHOLIC WILL DIE TO DEFEND IT.

MODERN CATHOLICS WOULD JUST AS SOON LEAVE THE CHURCH FOR A TRENDY ALTERNATIVE IF THEY DON’T GET THEIR WAY – A TRADITIONAL CATHOLIC WILL REMAIN UNTIL THE END OF TIME.


THE CHURCH MILITANT NOW, MORE THAN EVER, NEEDS STRONG WARRIORS.




The Catholic Church doesn’t need progressives, Nor does it need Reactionary Conservatives - It badly needs Catholic Traditionalists that practice faith, hope and charity. So don’t be shy! Come forward.

“When Christ at a symbolic moment was establishing His great society, He chose for its corner-stone neither the brilliant Paul nor the mystic John, but a shuffler, a snob, a coward - in a word, a man. And upon this rock He has built His Church, and the gates of Hell have not prevailed and will not prevail against it. All the empires and the kingdoms have failed because of this inherent and continual weakness, that they were founded by strong men and upon strong men. But this one thing - the historic Catholic Church - was founded upon a weak man, and for that reason it is indestructible. For no chain is stronger than its weakest link.”
(G.K. Chesterton)



Anno Sacerdotale

Pope Benedict XVI has declared a “Year for Priests” beginning with the Solemnity of the Sacred Heart of Jesus on June 19, 2009. The year will conclude in Rome with an international gathering of priests with the Holy Father on June 19, 2010.
******

Quest'anno sia anche un'occasione per un periodo di intenso approfondimento dell'identità sacerdotale, della teologia del sacerdozio cattolico e del senso straordinario della vocazione e della missione dei sacerdoti nella Chiesa e nella società.
******

Let your light so shine before men that, seeing your good works, they may glorify your Father in Heaven. (Matthew 5:16)
******

In Domino laudabitur anima mea.





"That sense of the sacred dogmas is to be faithfully kept which Holy Mother Church has once declared, and is not to be departed from under the specious pretext of a more profound understanding."- Pope Leo XIII, Testem Benevolentiae

Nessuno di noi entrerà in Paradiso senza portare con sé un fratello o una sorella. Ciascuno di noi deve uscire dalla folla e reggersi sulle proprie gambe, fiero di essere un Cattolico e capace di testimoniare la sua Fede.
Ci stiamo comportando come se la Fede Cattolica fosse un affare privato. Questo non è affatto vero. Penso che potremo andare molto, molto lontano, se riusciremo a convincere tutti i Cattolici a farsi carico della salvezza del mondo intero.
Il mondo ha bisogno di essere salvato e deve essere ciascuno di noi a farlo.




Cantate …


Cantate Domino canticum novum. Cantate Domino omnis terra. Cantate Domino et benedicite nomini Ejus. Annuntiate de die in diem salutare Ejus.

Causa nostrae laetitiae




“We can believe what we choose. We are answerable for what we choose to believe”.
(John Henry Newman)



Pueris manus imponit

Iesus vero ait eis - Sinite parvulos, et nolite eos prohibere ad me venire - talium est enim regnum caelorum.




“There is another essential aspect of Christianity: the interior, the silent, the contemplative, in which hidden wisdom is more important than practical organizational science, and in which love replaces the will to get visible results”.
(Thomas Merton)



Lo Spirito Santo


Uno dei Suoi nomi è "Consolatore"!




Confession

Confession heals, confession justifies, confession grants pardon of sin. All hope consists in confession. In confession there is a chance for mercy. Believe it firmly. Do not doubt, do not hesitate, never despair of the mercy of God. Hope and have confidence in confession.




“Almeno sei volte durante gli ultimi anni mi sono trovato nella situazione di convertirmi senza esitazione al cattolicesimo, se non mi avesse trattenuto dal compiere il gesto azzardato l'averlo già fatto”.
(G.K. Chesterton)



"Whatsoever I have or hold, You have given me; I give it all back to You and surrender it wholly to be governed by your will. Give me only your love and your grace, and I am rich enough and ask for nothing more."

(St. Ignatius of Loyola - Spiritual Exercises, #234)



"Mia madre è stata veramente una martire; non a tutti Gesù concede di percorrere una strada così facile, per arrivare ai suoi grandi doni, come ha concesso a mio fratello e a me, dandoci una madre che si uccise con la fatica e le preoccupazioni per assicurarsi che noi crescessimo nella fede".
J.R.R. Tolkien scrisse queste parole nove anni dopo la morte di sua madre.






Be on your guard; stand firm in the faith; be men of courage; be strong. (1 Corinthians 16:13)




“Beati sarete voi quando vi oltraggeranno e perseguiteranno, e falsamente diranno di voi ogni male per cagion mia. Rallegratevi ed esultate perché grande è la vostra ricompensa nei cieli”.