Diavolerie … in chiesa

Persino la chiesa è piena di diavolerie, ormai.

Libro dei canti digitale - fino a 1000 canti con 'amen' finaleLa tecnologia è promossa all’onore degli altari, o almeno ci è arrivata molto vicino. Mai consultato un catalogo per cose di chiesa? Proviamo a sfogliarlo cominciando dal banale: i candelieri. C’era la cera, una volta; oggi ci sono i “candelieri elettrici ed elettronici, accensione a pulsante, spegnimento con timer regolabile da 7 minuti a 2 ore. Bassa tensione, basso consumo, prezzo speciale”. Del resto, la cera sporca e poi costa: Sant’Antonio capirà, se gli accendiamo davanti una lampadina anzichè il sorpassato lumino. In certi battesimi ormai è falsa Ambone moderno con orologio nascostopersino la veste candida: anziché un vero camicino, si usano ritagli di stoffa inamidata che non si possono nemmeno indossare. Siamo al simbolo del simbolo, insomma: chissà, presto ci daranno una fotografia invece dell’acquasanta …

Un vero concentrato di tecnologia sono i confessionali. Ora si trovano in commercio certi modelli strepitosi, dotati di “climatizzatore automatico con telecomando”, pareti fonoassorbenti per l’insonorizzazione, inginocchiatoio Processionale digitale portatileanatomico (ma la confessione non si chiama anche penitenza?), pulsantiera dei comandi nonché, udite, udite, la grata con filtro igienico incorporato: per non farsi contaminare dai peccati, ooops! Forse dall’alito, dei fedeli. Con un abitacolo tanto confortevole, resta solo da chiedersi perché i confessori non si trovino mai e i penitenti non si confessino tre volte al giorno.

Ma un gadget di crescente successo è il radiomicrofonino: l’aggeggio ad antenna che permette ai preti di muoversi qual e là sull’altare durante la predica senza  inciampare continuamente in quei maledetti fili. E’ comodissimo e fa tanto talk show; anzi, electronic votive candlessuggeriamo ai produttori liturgici il modello color carne da appendere direttamente all’orecchio, come si vede in TV. Esiste già, invece, il “processoniere”: in sostanza, il pronipote dei vecchi megafoni a tromba, posti sul tetto di un’automobile e usati per recitare le litanie durante le processioni – questo “amplificatore radioconnesso” invece si porta ritto come un candelabro e funziona a batteria. C’è da scommettere che, con un aggeggio del genere, non sarà più un problema farsi sentire nemmeno dai mitici “lontani”. Eh si, il terzo millennio ha davvero introdotto meraviglie nella Chiesa! turibolo elettronico - niente più odore d'incenso!C’è anche, per esempio, l’ambone col cruscotto: un orologio-sveglia che indica discretamente se ci si dilunga nella predica. Ci sono le lampade votive a celle solari, c’è il rosario elettronico modello videogioco. Inoltre, è in vendita la cassetta per le offerte blindata, mentre in molti santuari funziona già il distributore automatico di immaginette plastificate (il cosiddetto santino a gettone).

Con gadget così, sfidiamo chiunque a sostenere che la Chiesa non si dà da fare per stare al passo coi tempi!

Statua per chiesa premi e si piegaMa l’oggetto che m’intriga di più è il turibolo ad accensione elettronica: “l’incenso brucia al semplice tocco di un pulsante e niente più ‘odore’ d’incenso”, esalta la pubblicità sulla stampa ecclesiastica. Basta carboncini sporchevoli che fanno le bizze, non più fiammiferi dunque – è sufficiente cambiare la pila ogni tanto.

Non ho trovato l’aspersorio col turbo.

30 Responses to “Diavolerie … in chiesa”


  1. 1 Andrea November 9, 2009 at 17:27

    Una volta un uomo andò da Padre Pio e gli chiese se pregava Dio affinchè gli togliesse l’ansia. Padre Pio rispose più o meno così(non ricordo bene) “Con tutti i peccati che facciamo,almeno qualche piccola cosa da offrire al Signore ce la vogliamo tenere? Questo per quanto riguarda i confessionali con l’aria condizionata. Sono solo sprechi. E questa volta non è giuda che parlerebbe come ha fatto con l’olio santo,anche perchè tutte queste cose non servono a Gesù,ma solo ad assecondare le nostre comodità,a volta anche assurde e ridicole. Per il resto,bisogna dire che queste cose allentano la spiritualità,perchè la accorciano. Sono finiti i tempi di quei grandi artisti che dipingevano giorno e notte a testa in giù il tetto delle chiese?
    C’è un progresso positivo e un progresso negativo.

    Quella dell’aspersorio col turbo è divertente! hehehe

  2. 2 Victor S E Moubarak November 9, 2009 at 17:36

    Ah … modern technology. Let’s not dis it, as they say.

    Phone our church and you hear: Press 1 if you want to speak to the priest. Press 2 to arrange a baptism. Press 3 for a marriage. Press 4 for a funeral. Press 5 if you want to confess a venial sin. Press 6 three times you devil for a mortal sin.

    Once you’ve confessed your sin on the phone – your penance will be given automatically by the telephone answering machine.

    Modern penances in our church really hurt. We leave our credit card number on the answering machine and our “fine” depends on the number and seriousness of the sins we’ve committed.

    We’re really modern over here. Try us sometime !!!

  3. 4 hayalel November 9, 2009 at 18:13

    Nella mia parrocchia ci sono molti dei dispositivi che hai elencato. Abbiamo le candele con il fuoco vero ma la cera è liquida e sta dentro una boccetta di vetro che si infila in una candela di plastica.
    Ho avuto la fortuna di conoscere un sacerdote con grande conoscenza dell’elettronica. Accordava anche l’organo, elettronico e le campane, elettroniche.

    La Chiesa non è contro la tecnologia e quando può aiutare la si sfrutta. Facciamo però attenzione agli eccessi, come quel confessionale che hai raccontato qui… roba da non crederci!

  4. 5 Orsobruno November 9, 2009 at 18:28

    E’ stato molto divertente, non so se la cosa in se stessa o il tuo modo di raccontarla!
    Non vedo l’ora che il mio Parroco compri il turibolo ad accensione automatica con emissione di incenso che non odora di incenso!
    Salutoni!!

  5. 6 Miranda November 9, 2009 at 21:00

    Bel post. Mi hai fatto ridere😀
    Io vado quasi sempre alla Messa Latina e la chiesa è povera e non possiede tutte queste cose moderne; ma la Novus Ordo vicino a casa mia ha quasi tutti questi dispositivi (il confessionale comodo non credo). Ci sono anche due grandi teli bianchi sui quali vengono proiettate le parole delle ‘canzoni’: uno davanti un bellissimo organo classico che da anni ormai non viene più usato perchè sostituito dall’organetto elettronico, e l’altro davanti a un bellissimo affresco.
    Non ci sono candele, solo lampadine.
    Nello stanzino dove è stato relegato il tabernacolo però c’è un registratore che suona, sottovoce, canti gregoriani🙂
    Non ho controllato se, schiacciando un bottone, le statue si muovono..
    Come dice Andrea, anch’io sono convinta che c’è un progresso positivo e un progresso negativo..

  6. 7 Andrea November 9, 2009 at 23:55

    …proprio le candele di cera che hanno un significato bellissimo se ci facciamo caso! La tensione della fiamma luminosa e intensissima verso l’alto nel silenzio potrebbe rappresentare l’anima in preghiera e contemplazione silenziosa in tensione verso l’altezza di Dio. Tutto ciò che si accosta armoniosamnete al senso dello spirito viene indebolito. Da un punto di vista religioso questo è un progresso in negativo. Il frutto della vite e il grano usati da Gesù sono cose semplici e povere,così dovrebbero essere tutte le cose che compongono i templi,cominciando dalle candele. Poi per quanto riguarda i materiali per le attività extraliturgiche come il catechismo e l’evangelizzazione è un altro discorso. Un computer è sempre utile!

    Per non parlare poi del rosario cosiddetto elettronico. L’anno scorso vidi una pubblicità su internet….e ho esclamato,mamma mia,siam proprio fuori!
    Già una preghiera senza cuore è nulla,figuriamoci quella elettronica. E ne vendono anche parecchie di queste cose… Il cattolicesimo(in senso pragmatico) è come una bomba,bisogna maneggiarla con prudenza e considerarlo per quello che è veramente,difenderlo nella sua verità da inquinamenti che potrebbero portare a pratiche del tutto fuori stada,e così si provoca la perdita di credibilità che va a rinforzare le teorie eretiche di alcuni e gli attacchi imbecilli e insensati dei non credenti militanti.

  7. 8 Cinzia November 10, 2009 at 00:23

    Ciao Gabriella – se non fossi cosi’ demoralizzata in questo momento, avrei trovato da ridere leggendo il tuo post.

    Invece mi fa rabbia! Mi fa rabbia che la Chiesa Cattolica ha toccato il fondo in tutto e per tutto.

    Sono appena tornata dalla Messa. Subito dopo la Messa mi sono avvicinata al prete e gli ho chiesto come mai taglia fuori sempre sia il Confiteor, sia il Gloria e anche il Credo. (Il diamoci un segno di pace invece guai a non farlo …)

    Lui e’ stato davvero scortese, mi ha tagliato corto, dicendo che quelle parti della Messa si dicono soltanto alla domenica (??) –

    Poi ho accennato alla Messa Tridentina, ma anche li mi ha tagliato corto dicendo che “qui non si dira’ mai …. dovrai andare da qualche altra parte” … e poi ha aggiunto che “grazie a Dio tutte le riforme avvennute dopo il CVII non hanno ancora raggiunto l’apice, che ce ne saranno ancora molte …..”

    E cosi e’ finito il discorso. E cosi sono tornata a casa piu’ avvilita che mia. Adesso tocca andare in giro a cercare un’altra parrocchia che non sia cosi’ pessima e un prete che non sia cosi’ superbo e ignorante.

    Mannaggia! Beati tutti voi che avete la bellissima Messa in Latino vicino casa ….

  8. 9 Cinzia November 10, 2009 at 00:27

    Victor …. you ARE joking aren’t you?

    Because these days I am actually prepared to believe that the Church would go that far into the “abysmal” – Gabriella’s post is proof of that. And that is just today’s post!

    God help us, what a sinful, disgusting world …. (apologies, I am in a bad mood, having just come back from another appalling Novus Ordo Mass). 😦

  9. 10 Victor S E Moubarak November 10, 2009 at 01:14

    Yes I’m joking Cinzia. I’ve just read your post in Italian and you have good reason to be angry.

    The Catholic Church is changing fast, and not always in the right direction.

    Coincidentally, this was the subject of my Blog today. It seems Gabriella and I think alike – although she is much more eloquent and talented than I am.

    God bless.

  10. 11 Antonella November 10, 2009 at 06:39

    Why do I find it so hard to go to some ohter “blogs”….they want passwords etc…google i.d… why is it made impossible ?
    Then when I have finished typing a message….lo…it does not get accepted as I am not a “user” or whatever…….
    I ask what is the point of having a blog if it is made difficult to get in and leave a message !!!??? Of course I am not referring to Gabriella’s blog but on those of her “favourite list”….I tried many times to write to yours Victor and Anne and Judith and some others but have not succeeded.

    Sorry for this topic change !

  11. 14 Miranda November 10, 2009 at 09:33

    Hai ragione in pieno Andrea – questo è proprio un progresso in negativo.
    Io ho tendenza a paragonare la mia messa latina con quella novus ordo e la differenza è lampante: una ricca di architettura e arte e musica concepita come il meglio che l’uomo può donare a Dio, e l’altra moderna, svuotata di cose belle lì solo per dare il bello a Dio ma piene di diavolerie costosissime tutte lì per dare ‘il meglio’ all’uomo😦
    Ma cosa vuoi, oggi è meglio non paragonare (!) C’è un’ignoranza imperante fra i Cattolici che frequentano la messa moderna che non riescono a capire la divinità della Messa di Tutti i Santi, tutti i nostri più grandi santi, fino agli ultimi: Padre Pio, Madre Teresa, Gianna Beretta Molla, tutti insomma.. un’ignoranza che è impermeata fino ai sacerdoti che rispondono come quello che ha risposto a Cinzia – vergogna! – in completa disobbedienza al Papa e senza un briciolo di carità.
    Cinzia, è inutile parlare con questi cervelli ottusi – come Cattolici militanti dobbiamo fare qualcosa ma lascia stare di parlare con loro (segno che sanno che sono nel torto marcio è la loro scortesia), l’unica è scrivere con copia sempre al vescovo. E’ vero non rispondono mai (anch’io non ho mai ricevuto risposta) ma credimi l’importante è che leggono.
    Inoltre, non dimenticarti, che scrivendo e vivendo noi una vita cristiana – specialmente soffrendo quando partecipiamo a tali vetuperi e offrendo queste sofferenza a Dio – diamo la migliore testimonianza che si possa dare.
    Più che insegnare, come fa Gabriella, che dobbiamo fare? Se uno non capisce il sacrilegio, non capisce, punto e basta.
    Resta pregare.
    Che Dio ti benedica.

  12. 15 Jacopo P. November 10, 2009 at 10:00

    “Poi ho accennato alla Messa Tridentina, ma anche li mi ha tagliato corto dicendo che “qui non si dira’ mai …. dovrai andare da qualche altra parte” … e poi ha aggiunto che “grazie a Dio tutte le riforme avvenute dopo il CVII non hanno ancora raggiunto l’apice, che ce ne saranno ancora molte …..”

    Veramente che ignoranza!!! (per non dire cattiveria)
    il Motu Proprio sancisce un diritto dei fedeli!
    Come scrive il Papa Benedetto nella lettera di presentazione ai vescovi del Motu Proprio “Summorum Pontificum”: quello che per “le generazioni anteriori era sacro anche oggi per noi resta sacro e grande e non può essere improvvisamente del tutto proibito o addirittura giudicato dannoso”.

    Nella Chiesa C’è un bisogno urgente di ritornare al Sacro, al totalmente Altro, al Mistero di Dio affascinante e nello stesso tempo tremendo.
    Leggete la bellissima omelia di Padre Di Giovanni (più unico che raro!):
    http://alleanzaetica.myblog.it/archive/2009/09/23/omelia-di-padre-g-di-giovanni-sulla-messa-in-latino.html
    Comunque, Cinzia, se non ricevi mai risposta, manda copie delle tue lettere alla Pontificia Commissione Ecclesia Dei, Palazzo del S. Uffizio, piazza del S. Uffizio, Città del Vaticano, 00193 Roma.
    Ciao.

  13. 16 Duilio November 10, 2009 at 10:33

    Non te la prendere più di tanto, Cinzia, la Messa di tutti i nostri Santi, la Messa di Tutti i Tempi, c’è stata, sta crescendo e ci sarà sempre.
    Certo, segnalare sacrilegi e messe show è dovere di tutti i Cattolici ma, compiuto il nostro dovere, riposiamoci tra le braccia della Trinità.
    Lo Spirito Santo sta svolgendo il suo lavoro e possiamo stare tranquilli che lo svolge bene.

  14. 17 Cinzia November 10, 2009 at 10:57

    Vi ringrazio tantissimo Miranda, Jacopo e Duilio. Le vostre parole sono state di uno grandissimo conforto oggi che e’ stata una giornata nera!

    Caro Iacopo, mandero’ senz’altro copie di tutte le mie lettere all’indirizzo che mi hai dato. Sabato ho scritto all’Arcivescovo di Melbourne, e cosi’ altre volte … ma mai una risposta, oppure (una volta) una risposta vaga, di quelle “standard” copiate mille volte e indirizzate a nessuno in particolare.

    Inutile raccontarvi tutta la storia di oggi … come dice giustamente Miranda, con questi cervelli ottusi meglio lasciar perdere … quello che avevo scritto sopra era solo la minima parte. Diro’ solo che durante la messa, il prete ha chiesto a tutti di cantare “Happy Birthday to You” cioe’ “Buon Compleanno a te ..” per uno che compiva gli anni …. e poi via con battimani … come se fossimo stati ad una festa da ballo o peggio. C’e’ mancato solo che tirasse fuori anche la birra !!!
    😦

    Grazie di cuore …. finalmente mi sento un po’ meglio dopo aver letto i vostri commenti. Come dicono sempre gli Americani: I love you all !!!!🙂

    Ciao! Dici bene Duilio, lo Spirito Santo sta svolgendo il suo lavoro, benissimo come sempre.

  15. 18 Laura November 10, 2009 at 11:11

    Ke dire? Ke cosa commentare? c’è solo da piangere, da soffrire, da salire sulla croce, da xcorrere il Calvario….in qsto genere di salita il Cristo ce lo ha dimostrato: SIAMO SOLI…..appena letto la risposta di ql prete avrei voluto scrivere al papa ai vescovi, ai cardinali, alle Commissioni alle Congregazioni…ma a ke pro? ki ti ascolta? Se xfino Gesù sentì tutto l’abbandono di Dio “Dio mio xke mi hai abbandonato?” cosa nn dovremo provare NOI per poter assaporare la bellezza della LITURGIA….
    Posso solo dire: ke il Signore abbia pietà di ki ha deciso per qsto scempio! E ke abbia pietà di ki lo ha assecondato, anke da Roma…..ank’io sto facendo del mio meglio, e ttto il mio dovere (entro i limiti del sopportabile) x il Papa, ma certo è ke come cattolica ROMANA, SONO UN PESCE FUOR D’ACQUA……e qsto distacco ferisce, fa male….è umiliante, ma x il Papa qsto ed altro!
    Spero solo ke il patire nn solo mio, ma di tanta altra gente (e si che ce ne sono) a riguardo della liturgia in rito Romano Straordinario NEGATA in ttto il mondo (1 po –- negli USA, beati loro), diventi semente di novità x il futuro….che Cristo faccia crescere il MP!
    Gabriella, ke dirti…..con la famiglia xcorriamo 100k ttte le domeniche per andare alla Messa di Tutti i Tempi e in qsta mia chiesa nn ci sono tali diavolerie. E’ 1 chiesa povera (ma ricca in arte x il Signore x quotare Miranda).

  16. 19 Cinzia November 10, 2009 at 11:36

    Cara Laura, vedi che non sei l’unica “pesce fuor d’acqua.” In Australia penso di essere il piu’ grande pesce che ci sia, altro che squali!!🙂

    Meno male che esiste questo blog dove ci possiamo incontrare ogni tanto, scambiare due parole, e CAPIRCI a vicenda.

    Questo blog e’ davvero una SALVEZZA e una “great blessing.”

    Io vengo sempre qui a sfogarmi, perche’ e’ l’unico posto dove non mi sento come il famoso pesce.

    E tu Laura mi hai dato l’ispirazione – se fai 100k ogni domenica per andare alla Messa di Tutti i Tempi, allora vuol dire che lo posso fare anche io!! Da ora in poi non mi ferma piu’ nessuno, nemmeno la famiglia. Se vogliono venire, bene, senno’ fa lo stesso. Io ci vado!

    • 20 Antonella November 10, 2009 at 12:13

      Oh Cinzia… I do have a laugh sometimes at your words e.g. “squali” as I have forgotten some italian it just sounds so funny………anyway thanks for the laugh….although the subject matter is serious !

  17. 21 Irene November 10, 2009 at 15:51

    Guardate che belle TV al plasma!
    E io in casa non me la posso permettere!

  18. 22 Victor S E Moubarak November 10, 2009 at 20:30

    OK … this is in English, but I’m sure our Italian readers will understand clearly.

  19. 24 Andrea November 10, 2009 at 21:44

    Con l’ i-phone è già una cosa molto diversa. Almeno dice quali sono le preghiere del giorno in base al calendario liturgico. Ma secondo voi,quanti comprerebbero queste applicazioni da sfogliare all’interno dell’ i-phone? Pochissimi penso personalmente. Se poi lo hanno fatto, forse c’è qualcuno che lo farà. Meglio le preghiere del breviario che altre applicazioni mondane che fanno breccia tra la gente,tra virgolette,”normale”. . Questo forse è un esempio positivo. Bisogna distinguere.

    un saluto a tutti

  20. 25 Irene November 11, 2009 at 08:40

    Appunto, Andrea! Ma in questo caso è abbastanza facile distinguere. Comunque, come dici tu, chi comprerebbe queste applicazioni da sfogliare all’interno dell’i-phone qui in Italia? Di tutte le persone che conosco, nessuno! … quelle tradizionali sfogliano il breviario😉
    Con simpatia.

  21. 26 African Observer November 11, 2009 at 09:29

    @ Cinzia:
    I am afraid you are doomed if you’re looking for a proper and dignified Novus Ordo in Australia. Don’t bother with ignorant and rude priests either. They are not worth bothering about. Just harass the Bishop or Archbishop; I can’t even do that as they are largely corrupt here in Africa. It’s absolutely pointless. For years now I find myself an alien, swimming, as Gabriella’s blog states at the top, against the current. It’s as if the entire church has moved on somewhere else and left quite a few behind – we are rendered aliens in our own spiritual ‘homes’ all the time trying to comprehend the magnitude of the disaster. Robbed entirely of our Heritage and all the expressions of our Faith, we try to look for some life-saving raft! They are there and some Catholics are more fortunate than others.
    Over the years my anger has turned to hate – so I’m in a perilous position!

  22. 27 Cinzia November 11, 2009 at 10:11

    Thank you African Observer. I am trying to get answers from the Archbishop, but so far nothing. I will keep pestering his office. It’s all very business-like, with the answering machine saying: “our offices are open from such to such etc … if it is urgent, please contact so and so etc….. truly Christ-like !!!!

    But right as you are, cling on to the life-saving raft and don’t hate. Hatred will only be harmful to you and no one else. As Jesus said “Father forgive them, for they know not what they are doing.” And most don’t know, they are just ignorant 100% – the ones who DO KNOW, well their day of reckoning will sort them out.

    I too feel like an alien all over the place. People look at me as if I were mad (like the pious ladies at the church of that famous “benediction-sacrilege.” They all stared at me like I was indeed matta da legare. Ma quanta ignoranza ragazzi! Queste pie donne pensano pure di avere ragione … e di avere il diritto di piantarsi dietro l’altare e fare come fa un prete.

    Stamattina c’e’ n’era un’altra!! Una anziana vestita quasi da prete, sull’altare, a fare la chiricchetta … con i capelli tagliati cortissimi, all’inizio pensavo proprio che fosse un prete, poi invece guardo bene, ed e’ una donna !!!! Ma roba da pazzi … che orrore e quanta superbia a pensare che hanno diritto di stare li sull’altare e desacrare tutte le cose sacre.

    Anyhow, give up the hate, African Observer. As I said, just stick around here with the rest of us, all swimming against the same current, and all of us supporting each other – and of course, the Holy Spirit doing His bit as well.

    Ciao!

  23. 28 Antonella November 11, 2009 at 12:33

    What on earth is a “chirichetta” sounds so funny. Is it altar girl/boy ?

    Yes African Observer as Cinzia says….dont hate..not good…just hurts you inside…..let go and let God. I am fortunate having a very dignified and good NO Mass and our priest is prepared to offer also the Latin Rite too but at this stage I am not sure if every sunday or just once a month… I dont find anything wrong with our NO Mass.

    You can go to, eventually, the Greek Orthodox when the church is ready…..a matter of time……

    ciao

  24. 29 WalkerScott November 13, 2009 at 09:42

    Cosa non si fà per rendere grazie a Dio…

    A parte gli scherzi, se queste tecnologie possono essere un modo per avvicinare i fedeli alla chiesa ben vengano, purchè non venga meno il messaggio fondamentale di umiltà e semplicità.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




Traduci / Translate

My Patron Saint

Archangel Gabriel

God's Messenger



Another beautiful day! Praise the Lord.

November 2009
M T W T F S S
« Oct   Dec »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

THE LATIN MASS


The most beautiful thing this side of heaven!




FALANGI, TRUPPE, DIVISIONI CORAZZATE. ECCO CHE AVANZA IL NUOVO CATTOLICO: INNAMORATO DI GESU', INTRANSIGENTE, MOVIMENTISTA, IL CROCIATO DEI VALORI, IL SOLDATO DI CRISTO, UN CUORE TRADIZIONALISTA, AMANTE DELLA MESSA DI TUTTI I TEMPI ...



e-campagna: Io sto con il Papa

IL CANTO DEL PARADISO


Dopo due millenni di studi, di ricerche e di esplorazioni scientifiche, la genesi del canto gregoriano resta un mistero irrisolto


RELIGIOUS LIBERTY MIGHT BE SUPPOSED TO MEAN THAT EVERYBODY IS FREE TO DISCUSS RELIGION. IN PRACTICE IT MEANS THAT HARDLY ANYBODY IS ALLOWED TO MENTION IT.



PRAY THE ROSARY


The story of our salvation!







Blog Stats

  • 142,473 hits

Clipart

Recent Comments

Lost Bear on O Causa Nostrae Laetitiae
Margaret Rose Bradle… on O Causa Nostrae Laetitiae
Deana Dodds on O Causa Nostrae Laetitiae
Margaret Rose Bradle… on O Causa Nostrae Laetitiae
Judith Golden on O Causa Nostrae Laetitiae

Visitor locations – first year

Visitor locations – current year



IN HOC SIGNO VINCES




INDIFFERENTISM is a mortal sin; a condemned heresy. That's the Catholic view of the matter. INDIFFERENTISM paves the way to MORAL RELATIVISM. I have been accused of the opposite of ‘Indifferentism’, which is defined as ‘Rigorism’, and the charge is not without some merit. I believe in a rigorous following of Church doctrine and in strict accuracy in proper Catholic catechesis, and I openly attack watered-down Catholic doctrine and catechesis whenever and wherever I encounter it. Many friends scold me saying that for me it’s either my way or the highway. But here’s the thing … it’s not my way; I didn’t make up all (or any of) the rules of Catholicism. I’ve been told “you’re too rigid in your doctrine,” as if it were my doctrine. When it comes to Catholic catechesis, there is only one Church teaching, and it is represented in the Catechism of the Catholic Church. I’m prepared to defend any item in it, against any opponent. I draw the line at ‘indifferentism’ and ‘moral relativism’. All belief systems are not the same. The ones who push it the most are the ones who seek to replace it with something less. Again, indifferentism paves the way to moral decay. Don’t let it seep into your thinking. May you please God, and may you live forever.

“Oremus pro beatissimo Papa nostro Benedicto XVI: Dominus conservet eum, et vivificet eum, et beatum faciat eum in terra, et non tradat eum in animam inimicorum eius.”



Powered by WebRing®.
This site is a member of WebRing.
To browse visit Here.
Catholic Blogs Page




Italian Bloggers
Religion Blogs


Don't consider abortion ...


... give a child the chance to tell you how much life is appreciated



WARNING!!! This blog is heretic repellent ...


MODERN CATHOLICS SEE THE CHURCH AS AN ‘OLD-FASHIONED’ DISCRIMINATORY INSTITUTION OF WHICH THEY ARE ASHAMED – A TRADITIONAL CATHOLIC WILL DIE TO DEFEND IT.

MODERN CATHOLICS WOULD JUST AS SOON LEAVE THE CHURCH FOR A TRENDY ALTERNATIVE IF THEY DON’T GET THEIR WAY – A TRADITIONAL CATHOLIC WILL REMAIN UNTIL THE END OF TIME.


THE CHURCH MILITANT NOW, MORE THAN EVER, NEEDS STRONG WARRIORS.




The Catholic Church doesn’t need progressives, Nor does it need Reactionary Conservatives - It badly needs Catholic Traditionalists that practice faith, hope and charity. So don’t be shy! Come forward.

“When Christ at a symbolic moment was establishing His great society, He chose for its corner-stone neither the brilliant Paul nor the mystic John, but a shuffler, a snob, a coward - in a word, a man. And upon this rock He has built His Church, and the gates of Hell have not prevailed and will not prevail against it. All the empires and the kingdoms have failed because of this inherent and continual weakness, that they were founded by strong men and upon strong men. But this one thing - the historic Catholic Church - was founded upon a weak man, and for that reason it is indestructible. For no chain is stronger than its weakest link.”
(G.K. Chesterton)



Anno Sacerdotale

Pope Benedict XVI has declared a “Year for Priests” beginning with the Solemnity of the Sacred Heart of Jesus on June 19, 2009. The year will conclude in Rome with an international gathering of priests with the Holy Father on June 19, 2010.
******

Quest'anno sia anche un'occasione per un periodo di intenso approfondimento dell'identità sacerdotale, della teologia del sacerdozio cattolico e del senso straordinario della vocazione e della missione dei sacerdoti nella Chiesa e nella società.
******

Let your light so shine before men that, seeing your good works, they may glorify your Father in Heaven. (Matthew 5:16)
******

In Domino laudabitur anima mea.





"That sense of the sacred dogmas is to be faithfully kept which Holy Mother Church has once declared, and is not to be departed from under the specious pretext of a more profound understanding."- Pope Leo XIII, Testem Benevolentiae

Nessuno di noi entrerà in Paradiso senza portare con sé un fratello o una sorella. Ciascuno di noi deve uscire dalla folla e reggersi sulle proprie gambe, fiero di essere un Cattolico e capace di testimoniare la sua Fede.
Ci stiamo comportando come se la Fede Cattolica fosse un affare privato. Questo non è affatto vero. Penso che potremo andare molto, molto lontano, se riusciremo a convincere tutti i Cattolici a farsi carico della salvezza del mondo intero.
Il mondo ha bisogno di essere salvato e deve essere ciascuno di noi a farlo.




Cantate …


Cantate Domino canticum novum. Cantate Domino omnis terra. Cantate Domino et benedicite nomini Ejus. Annuntiate de die in diem salutare Ejus.

Causa nostrae laetitiae




“We can believe what we choose. We are answerable for what we choose to believe”.
(John Henry Newman)



Pueris manus imponit

Iesus vero ait eis - Sinite parvulos, et nolite eos prohibere ad me venire - talium est enim regnum caelorum.




“There is another essential aspect of Christianity: the interior, the silent, the contemplative, in which hidden wisdom is more important than practical organizational science, and in which love replaces the will to get visible results”.
(Thomas Merton)



Lo Spirito Santo


Uno dei Suoi nomi è "Consolatore"!




Confession

Confession heals, confession justifies, confession grants pardon of sin. All hope consists in confession. In confession there is a chance for mercy. Believe it firmly. Do not doubt, do not hesitate, never despair of the mercy of God. Hope and have confidence in confession.




“Almeno sei volte durante gli ultimi anni mi sono trovato nella situazione di convertirmi senza esitazione al cattolicesimo, se non mi avesse trattenuto dal compiere il gesto azzardato l'averlo già fatto”.
(G.K. Chesterton)



"Whatsoever I have or hold, You have given me; I give it all back to You and surrender it wholly to be governed by your will. Give me only your love and your grace, and I am rich enough and ask for nothing more."

(St. Ignatius of Loyola - Spiritual Exercises, #234)



"Mia madre è stata veramente una martire; non a tutti Gesù concede di percorrere una strada così facile, per arrivare ai suoi grandi doni, come ha concesso a mio fratello e a me, dandoci una madre che si uccise con la fatica e le preoccupazioni per assicurarsi che noi crescessimo nella fede".
J.R.R. Tolkien scrisse queste parole nove anni dopo la morte di sua madre.






Be on your guard; stand firm in the faith; be men of courage; be strong. (1 Corinthians 16:13)




“Beati sarete voi quando vi oltraggeranno e perseguiteranno, e falsamente diranno di voi ogni male per cagion mia. Rallegratevi ed esultate perché grande è la vostra ricompensa nei cieli”.